Stampa

Maratonina di Villa Adriana

Scritto da Francesco Accorsi. Postato in Podismo

Da maggio come sapete le temperature a Roma aumentano in modo esponenziale ed allora bisogna partecipare a gare fuori Roma per trovare caldi meno asfissianti. Il calendario di slam ci ha proposto per il 28 maggio la Maratonina di Villa Adriana. Gara di 10 chilometri che ci farà visitare la celebre Villa Adriana.
A Tivoli splende un sole raggiante ma per fortuna c’è il classico venticello fresco che nei dintorni di Roma o sui Castelli non manca mai. L’evento podistico del giorno si rivela molto partecipato. Ben 600 persone hanno deciso di

saltare qualche comunione od una mattinata al mare per farsi una bella corsa.
Alle 9e30 lo speaker spara il fatidico bang, i primi tre chilometri si snodano per le strade di Tivoli vicine allo start iniziali ma per fortuna su questa parte del percorso non ci sono tante buche. Dopo Il terzo chilometro si avvicina sempre di più l’entrata principale di Villa Adriana. Ed ecco la prima insidia della gara, il salitone è arrivato e che salitone. I runners infatti trovano davanti al loro cammino una strada che con un tornante sale con inclinazione sempre maggiore. Alcuni camminano ed altri impavidi mantengono lo stesso passo.
Terminata la salita siamo nel cuore della Villa, ai nostri occhi si susseguono in rapida frequenza fontane, vasche, antiche costruzioni ed alberi ben curati che varrebbe tanto la pena osservarli con calma, perdendo qualche manciata di secondi. Al quinto chilometro ancora non si vede nemmeno l’ombra di un ristoro, che come un miraggio si manifesta al sesto.
Una bottiglietta d’acqua era quello che ci voleva visto che sono le 10 di mattina. Per fortuna la strada ora è più piana e c’è anche qualche tratto in breve discesa. Dall’ottavo chilometro in poi il percorso si presenta molto dissestato. Al nono chilometro riconosciamo la strada dell’andata visto che molti l’hanno percorsa per giungere al punto di ritrovo dell’evento. Ovviamente come in quasi tutte le gara c’è il solito falso piano ad aspettarti a poche centinaia di metri dall’arrivo. Si spinge e si continua a salire. Ultimo tornante ed ecco lo start. E’ finita un’altra avventura.
Complimenti a tutti i ragazzi che hanno portato a termine questa gara che non si è rivelata così facile data la numerosa presenza di saliscendi. Ora sotto con gli allenamenti per la maratonina dei due colli l’11 giugno.

Share
UA-18488374-1